--------------------http://lecerveau.mcgill.ca/intermediaire.php http://www.lamassoneria.it/ --http://howtheworldreallyworks.info/

Psicov --- Psicologia dei Comportamenti Violenti. -- -- Violent Behavior Psychology

Sito dell'Associazione Italiana per lo Studio e Ricerca sui Comportamenti Violenti -CRCV- Italy. ---------- Violent Behavior and Prevention Research Center - VBRC -Au-- Lorenzi Alfredo, Neurobiol, Neurosc.Human Behavior Biosincr - Basil--Davis CA -- Karin Hofmann, Phd Aggressive Behavior--Au

Basta, è deciso, questa è l'ultima stagione di Chi l'ha visto fatto come negli ultimi 10 anni.

Il format dei programmi di ricerca di persone scomparse e simili, esistono nelle televisioni del mondo da inizio anni settanta in america e in Europa a fine settanta in Inghilterra. A seguire, tutti gli altri paesi hanno attivato format simili, che di solito prevedono una conduzione congiunta di due figure, un uomo e una donna. 
Intanto, il Chi l'ha visto italico si caratterizza per una conduzione a senso unico, fatta da una sola persona al comando, che parla a raffica, senza lasciare nemmeno un attimo di respiro, passando da un caso all'altro senza soluzione di continuo e sempre stando molto attenti al siparietto, allo share.
Poi, altro punto importante, dal Chi l'ha visto italico sono ormai da tempo sparite le telefonate in diretta, ripeto, sentite solo parlare e vedete per il 95% del tempo in studio, (a parte le Rvm), la signora Sciarelli, che ripeto, è ormai oltre che Cavaliera della Repubblica (nominata da Kossiga), il player unico e assoluto, attenta a fatti di cronaca che richiamano share, stasera ho sentito parlare dei Casamonica, hanno rimandato in onda vecchie Rvm di lustri passati, e un servizio dove l'eroica giornalista della redazione ha messo a rischio la sua vita per farci vedere quanto sono feroci i Casamonica eccetera. 
Ma che c'entra questo con un programma che parla di gente scomparsa?
Inoltre, e finiamola qui per brevità, ci chiediamo: ma con tutti i casi di scomparsa che abbiamo, perché insistere e ritornare ossessivamente sui soli quattro o cinque hot cases, che per quanto solletichino le fantasie perverse del pubblico, non realizzano a nostro avviso i contenuti minimi di un vero servizio pubblico?

Per questo e altri motivi, disponiamo la fine del programma Chi l'ha visto con la conduzione della signora Sciarelli. 

Sofyia e Pascal, nessun dubbio, è stato lui, in base a cosa si sa.

Lo strano del caso è che tutto gira attorno ad una casa che uno dei tre uomini del tetraedro e forse

Preso dopo 40 anni il famigerato Golden State Killer.

L'annuncio è ufficiale, il famigerato Golden State Killer o anche Original Night  Stalker è stato preso, una notizia veramente incredibile per chi come noi segue la vicenda da molti anni per studio.
Il vecchio medico legale che fece autopsia e indagine su un caso di stupro e uccisione del 1976, decise di metter via un campione di tampone con la presunta traccia dell'assassino. Questa traccia è stata ripresa dalla FBI che ha creato un falso profilo per confrontarne la mappatura genetica su un sito online, forse anche un altro, di certo GedMATCH, un sito (gratuito, notare bene), dove il profilo inserito viene confrontato con un database molto ampio, che permette di rintracciare possibili parenti del profilo cercato.
Così si trova un lontano (geneticamente) parente, e con varie metodiche (ad esempio si cerca un analogo conosciuto, nel database), con una età, sesso, e altre caratteristiche fisiche che corrispondono al profiler della FBI.
Ecco come si è giunti al nostro Night Stalker, quello originale (ne sono poi stati nominati così molti altri), il cui nome è Joseph James DeAngelo, oggi di 70 anni, un omaccione, alto e atletico, ex poliziotto (poi buttato fuori per furti), ex marine in Vietnam e poi divenuto autore di decine e decine di stupri e uccisioni di donne, per non contare furti e roba varia. Insomma, un campione del crimine, utilizzando violenza per soddisfarsi sessualmente e per procurarsi da vivere.
Ecco l'annuncio ufficiale.

Brevi note sulla macchina della verità nei processi.

Ho assistito all'uso della macchina della verità, tecnicamente un poligrafo, in almeno una

Responsabilità nei casi di crimini violenti.

Relazione Lorenzi. Traduzione Anna Sonnellier.
Siamo questo pomeriggio ad affrontare il tema della tremenda questione della responsabilità per i fatti

Analisi di una testimonianza , caso da manuale, Marta Russo.

La denominazione di falso ricordo è assai recente, studiata da una ricercatrice americana in particolare e ora diffusa a partire dagli anni duemila sempre di più tra i ricercatori e professionisti del settore medico forense.

Agguato Musy, analisi del colpevole. Il Narcisita Maligno e Control Freak

Si è messa la parola fine per quanto riguarda la vicenda relativa alla morte dell'avvocato e

Yara, gli sms sono un caso unico al mondo

I tabulati del cellulare in uso alla ragazza evidenziano che l’apparecchio è stato utilizzato fino alle ore 18.49 di quella sera, quando l’utenza ha ricevuto un sms. In particolare risulta che Yara Gambirasio scambia tre sms (alle ore 18.25.01 riceve, alle ore 18.44.14 risponde e alle ore 18.49.49 riceve nuovamente) con l’utenza in uso all’amica Martina. 
Secondo una relazione dei carabinieri del 4 dicembre 2010, «i primi due sms agganciano la cella di Ponte San Pietro, cella compatibile con la palestra di Brembate Sopra ove la ragazza si trovava, mentre il terzo sms viene

Bossetti e il dilemma del Dna: un indizio non fa una prova.

E' vero. Il dna sui leggins di Yara è di Bossetti. Quindi, caso chiuso?
Vediamo. Il Dna nucleare è sufficiente per determinare l'appartenenza del profilo a un'unica persona? Si e no. Perché occorre tener conto che l'analisi della sequenza dei nucleotidi del Dna viene eseguita solo su un numero delimitato di punti (loci), non su tutto il Dna. In particolare, per le differenze, sono interessanti realmente solo le zone dette mute, cioè un numero ri ripetizioni elevate di sequenze di basi che non sono espresse, non originano alcun carattere, non codificano alcun prodotto proteico e proprio per questo sono spesso fondamentali.
Inoltre, è bene sapere che spesso per ottenere il risultato del profilo, si usa una

controllo dei sintomi della fibromialgia con cannabis e psilocibina.

La cannabis contiene una ventina di sostanze psicotrope, ma solamente un paio

Ultime note sul file Orlandi

E' un ultimo riepilogo, praticamente a richiesta, per quei pochi in aggiunta che

Ancora sulla pedofilia nella chiesa cattolica e il non cambiamento del Vaticano.

Don Mauro Inzoli, il carismatico prete di Comunione e Liberazione, è stato condannato a 4 anni e 9 mesi per violenza sessuale. La sentenza è stata pronunciata mercoledì, dopo due ore e mezza di camera di consiglio, dal gup di Cremona, Letizia Platè. Il procuratore Roberto di Martino aveva

Chi era o erano il o i mostri di Firenze e che aspetto aveva o avevano?

Quando si parla del mostro, si pensa a qualcosa di minaccioso e di terrifico, una specie di orco, quello delle fiabe, il personaggio cattivo che mangia i bambini.
Ma le cose vanno realmente in questo modo?
Vediamo un pochettino.
I serial killer sono personaggi dotati di una follia molto sottile, sono intelligenti

Usiamo solo il 10% del cervello? No!

E' una storia che sentiamo ripeterci da decine di anni, da scienziati e divulgatori, Piero Angela incluso. Usiamo veramente solo una parte delle nostre capacità cerebrali o mentali?
La domanda per un neuroscienziato si pone in questi termini, almeno teoricamente: per quale astruso meccanismo evolutivo, il cervello umano sarebbe stato così tremendamente sviluppato da consentire il  soggiogamento di tutto il pianeta, usandone solo una piccola parte?

Ancora sul Caso Yara Bossetti, i nostri dubbi si amplificano.

14 Gennaio 2017, riprendo per la quarta volta ilcaso Yara, con dubbi granitici.

Ultima sessione di studio sul caso Sollecito Amanda

Siamo all'ultimo incontro di questi tre, per tre ore parleremo e ci confronteremo sul caso nei suoi aspetti conclusivi, sempre tenendoci ben distanti dal prendere posizioni di qualsiasi parte, meno che mai di tipo giuridico, ché nessuno di noi puo sostenere, provenendo da studi medici e scientifici.

A case study: autoerotic asphyxiation (AEA) by A. Lorenzi, author.

Al solito, stampa e tv parlano di un fatto di morte in termini molto distaccati e asettici, senza mai mostrare una sola immagine reale. Pensate alle migliaia di bambini sotto i 15 anni uccisi in Medio oriente negli ultimi dieci anni (sono più di ottantamila, per lacronaca): ne avete mai visto uno, straziato in pezzi di carne sanguinolenti, a cuocere sotto il sole?

Ma nemmeno nel caso di personagi famosi, sportivi, cantanti, musicisti, attori, si mostra uno straccio di foto reale del morto o della morta.
Per chi deve studiare le casistiche di morte violenta, anche il caso di David Carradine, attore super famoso nel mondo, rappresenta un momento di verità sia per lo studioso che per l'uomo.
Il modo in cui Carradine è morto non è che una forma delle tante modaliotà per

Le accuse sono fondate, si basano su fatti seri. Luigi Cancrini, psichiatra, 10 maggio 2007

"Ho letto i documenti, mi sembra che il comportamento della procura sia giustificato. Le accuse sono fondate, si basano su fatti seri". 
Luigi Cancrini, psichiatra, 10 maggio 2007 (sul caso Rignano, cioè false accuse maestre asilo Olga Rovere), finito con assoluzione per insussistenza dei fatti.
"Siamo di fronte a comportamenti di gravità inaudita: gli atti non mi esimono tuttavia dal

Ancora sul caso Sollecito Amanda, il ruolo dei soliti personaggi

Abbiamo sempre sottolineato che la stampa e i media erano subito entrati a capo fitto sul caso Amanda Sollecito, mostrando in ripetizione le immagini dei due fidanzatini mentre si baciavano delicatamente, nei pressi della casa del delitto, durante l'irruzione della polizia, accennando a comportamenti disinibiti e anche sfrenati, con rapporti

10 Disturbi mentali Trasmessi Spiritualmente

Come ho imparato a conoscere centinaia di maestri spirituali e migliaia di praticanti spirituali attraverso il mio lavoro e viaggi, sono rimasto colpito dal modo in cui le nostre viste spirituali, prospettive ed esperienze diventano allo stesso modo "contagiato" con "contaminanti concettuali" - che comprende un rapporto confuso e immatura a principi spirituali complesse può sembrare invisibile e insidiosa come una malattia sessualmente trasmessa

Archivio blog